ISBN:9788832143348

Panettone e Panettoneria

Dalla colazione al pranzo, al dopocena, oltre 100 ricette per ogni occasione
di: Vincenzo Tiri

Questo è il libro per chi vuole scoprire il panettone sotto nuove forme e andare oltre le regole della pasticceria tradizionale, sia esso un tecnico o un semplice appassionato.

Quattro capitoli per altrettante stagioni, che raggruppano più di cento ricette in cui il panettone viene declinato in base ai momenti della giornata, dalla colazione al dessert, passando dal dolce al salato, dalle ricette tradizionali rivisitate, a quelle più innovative.

Ogni ricetta è corredata di spiegazione, procedimento, ingredientistica e splendidamente fotografata.

69,00 58,65

Quantità
L'Autore
avatar-author
La pasticceria Tiri nasce nel 1957 ad Acerenza, in provincia di Potenza, un piccolo borgo di poco più di duemila anime. Da tre generazioni il forno di famiglia non si è mai spento, e la tecnica non ha mai ceduto il passo alla tecnologia. “Qui i lievitati si fanno ancora come cento anni fa, uno ad uno”, per stessa ammissione del maestro Vincenzo Tiri, che da Acerenza è partito più di vent’anni fa per conoscere i segreti dai grandi lievitisti di tutta Italia, e per costruire la sua idea di panettone, andando controcorrente, contro tutti, anche contro la famiglia. Perché la Basilicata “non è certo terra di panettoni”. È grazie agli anni di studio che Vincenzo aggiunge alle due classiche fasi di impasto, una terza, che rende il prodotto più soffice, digeribile e che aprirà la strada, oltre che alla sua versione del Panettone tradizionale, a prodotti come l’Ovettone, il Tiri-misù, le Tiri-voglie e tutti gli altri prodotti grazie ai quali oggi la pasticceria Tiri è diventata una vera e propria meta di pellegrinaggio. Tanti i riconoscimenti ricevuti, tra cui: 1° Classificato – 50 Top Italy Pasticcerie – Miglior Panettone Artigianale 2022; 1° Classificato – Scatti di Gusto – Miglior Panettone Artigianale 2021; 1° Classificato – La Repubblica – Miglior Panettone Artigianale 2021 – Premio Migliori Pasticceri del Mondo secondo Iginio Massari. Una storia di famiglia, di estro e soprattutto di incrollabile perseveranza.
Informazioni
Panoramica

Il libro scritto dal maestro pluripremiato Vincenzo Tiri sul panettone e sulla panettoneria, sonda l’universo che si nasconde dietro il più famoso dei lievitati, trattando ricette che spaziano dal dolce al salato, dal gelato ai secondi piatti, dal cioccolato ai dolci tradizionali.

Il libro si articola in quattro capitoli preceduti da un’introduzione, in cui ognuno tratta una stagione. La struttura all’interno di ogni capitolo tocca tutti i momenti della giornata: dalla colazione, all’aperitivo, dal pranzo, al cocktail, dal dessert, al gelato, al cioccolato, dimostrando che in ogni periodo dell’anno il panettone può essere degustato, andando ben oltre la classica declinazione secondo la materia prima stagionale.

I 4 capitoli sono:

Inverno. Il capitolo si apre con la massima espressione del coraggio di Vincenzo: il Tiri-misù panettonato, dove il panettone viene inzuppato nel caffè al posto del savoiardo. Si prosegue con un omaggio alla collega Roberta Pezzella, per passare ad un’altra grande passione, quella per il cioccolato, che sostanzia nelle praline Tiri-voglie, dal cuore lievitato.

Primavera. È la stagione delle dediche alle persone speciali che hanno fatto un pezzo di strada con Vincenzo. Alla nonna, alla figlia, a un amico e pasticcere straordinario – Alfonso Pepe –, oltre che dare ampio spazio alla creatività, con ricette come l’Ovettone e il cannolo siciliano in chiave panettone.

Estate. Fichi, more, mandorle, e tutta la materia prima stagionale viene declinata a panettone. Persino il ghiacciolo diventa un panettone, come anche ricette tradizionali come Acquasale 2.0, Pesca e Aglianico del Vulture.

Autunno. Marroni e alloro; mela cotogna, uvetta e cannella; torta di mele, Flanettone, e cioccolato, che prende la forma dei Quadra-tiri; Liquorettone al Rum, e Panettone al quadrato, con crema di porcini e ricci di mare. Tutto diventa panettone.