ISBN:9788832143614

I Dolci di Pinella

Le ricette di pasticceria che hai sempre desiderato
di: Pinella Orgiana

Un volume che rende omaggio ai grandi maestri della pasticceria con ricette innovative e piene di gusto, spiegate in modo facile e accessibile. Il racconto di una pasticceria di studio e sperimentazione, punteggiata di cuore e curiosità.
Colazione, Pranzo, Mezza sera, Cena e Caffè si riempiono di golosità:  256 pagine con ben 67 ricette spiegate passo passo, ricche di note e appunti.

Senza dimenticare di metterci anche un po’ di cuore.

56,05

Quantità
L'Autore
avatar-author
Pinella Orgiana nasce in Sardegna nel 1955, a Ballao, un paese in cui la pasticceria che vive è quella secca di tutti i giorni: ciambelle, amaretti, pistoccus de caffei, assaggiandola di casa in casa e segnando in quaderni ricette, segreti, note e giudizi. Il trasferimento in città, a Cagliari, la porta a dover decidere tra due passioni: la pasticceria e la biologia, scegliendo quest’ultima come percorso principale di vita. La pasticceria è però sempre al suo fianco, intesa come estrema libertà di fare, studiare, divertirsi. La sua vita si snoda attraverso il Policlinico Universitario della città, dove esercita la sua professione sempre più intrecciata con la passione per la pasticceria. Corsi amatoriali, professionali presso il Gambero Rosso con Maurizio Santin, le Scuole Etoile e Cast Alimenti, conoscenze, libri, nuovi strumenti, viaggi per pasticcerie e l’amore smisurato per Parigi sono il tessuto di cui si avvolge nel quotidiano. Il blog, I dolci di Pinella nasce nel 2008 come desiderio di condivisione. Da allora ad oggi, pur in un substrato di social e conoscenza online e differenti modalità di “partage”, l’essenza dello scrivere è la medesima. Come il tributo ai pasticceri professionisti, ai maestri della pasticceria nazionale e internazionale, l’invito alla curiosità da soddisfare non solo tramite social e account, ma con la lettura dei libri.
Informazioni
Panoramica

È una storia di passioni quella che racconta Pinella Orgiana nel suo primo libro che porta il nome dell’omonimo blog di successo. Un “ricettario”, come ama chiamarlo l’autrice, ricordando i quaderni di ricette della sua adolescenza. “I dolci di Pinella” è un volume intessuto di incontri, di ricordi, di viaggi, di profumo di frolla appena sfornata in cui le sue ricette narrano di una pasticceria senza confini, dove il dolce rappresenta la libertà di scelta, centro di gravità permanente di un percorso fatto di tante prove e di tantissimo studio.

Tre macro-capitoli dividono i dolci nell’arco della giornata e riempiono di golosità il quotidiano: Colazione e pranzo dove squisiti biscotti si alternano a soffici torte, tartellette di frolla o ricette della più classica delle viennoiserie, Mezza sera con proposte minute che si muovono dalla pasticceria giapponese alle gourmandises da tè fino ai marshmallows, ai friabili macaron o alle meringhe, e, infine, Cena e caffè in cui prendono forma golosi bonbon, praline, choux, dolci sul piatto e entremêts. Pagina dopo pagina Pinella disegna uno spazio infinitamente buono che contiene tutte le variabili del dolce.

In ogni ricetta l’autrice traduce in zucchero e farina tutti gli insegnamenti dei grandi maestri, dai corsi ai libri, agli spunti che arrivano dal web. E non manca di citare chi ha ispirato una ricetta, le ha dato un’idea o le ha acceso una fiammella di curiosità, come Maurizio Santin, maestro e amico, che ritroviamo nella Torta della nonna o nella Torta ai Frutti Rossi, o Christophe Michalak per le sue delizie di crema e cioccolato e la pasticceria francese dal Flan pâtissier alla vaniglia ai macaron. Poi ci sono Giuseppe Amato, Emmanuele Forcone, Claire Heitzler, Omar Busi, Luca Montesino, o Gianluca Fusto, perfino Chong Ko Way, senza dimenticare tutti gli “amatoriali”, come Valentina Loi, Giacomo Lievi, Emiliana Ghironi: ognuno di loro ha contribuito a creare una nuova ricetta, una nuova geometria di sapori.

Quello che però rende questo libro diverso e innovativo è il linguaggio e la struttura di ogni singola ricetta, che viene spiegata passo passo anticipando domande e richieste, spiegando con cura il perché di un procedimento o di una certa quantità di ingredienti. Ed è con questo modus operandi che Pinella spazia dai bonbons #atuttolampone, ai marshmallows alla vaniglia, fino ai Macaron Primavera o alla Pavlova al caramello-caffè, cioccolato e cardamomo … insomma, non c’è quasi nulla che non abbia tentato nella sua cucina per ottenere un risultato comme il faut!